MICROCOSMOS. Il necessario, forse.

MICROCOSMOS. Il necessario, forse.

di Fabrizio Borelli / 12 novembre 2015 / Sezione: Contributi / 0 Commenti

Mi chiedo se sia necessaria una Fede per guardare con attenzione, avere riguardo o aver cura, come potrebbe suggerire l’etimo della parola religione. Oppure se Essa possa aiutare a percepire forte il legame che tiene insieme la comunità, eventualmente a una credenza, a un pensiero o ad una entità degna di venerazione. Non so. So che osservando con attenzione le cose insignificanti e minime, il marciapiede, i fiori, le foglie morte e l’acqua marcia e i sassi, colgo i segni di una vita non più vita, talvolta e forse vita, talvolta sì, vita. I MICROCOSMOS, segni di passaggi casuali, tracce sputate nel deserto immenso del non visto, micro-vite affacciate nelle pieghe di asfalto e di terra e di cemento. Prive di attenzione. Pronte a morire e poi a risorgere nella vividezza di un colore. Tracce di una fede impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi